Condividi
 
-VOLANTINO-
Promo insetti

 

Per tutto il mese di settembre promozioniamo gli insetti da pasto.

Es. Dose di caimani solo €. 3.99 invece di € 7.50

Dose grilli solo €. 4.99 invece di €. 6.50

Tarme solo €. 4.99 l'etto invece di di €. 6.99 l'etto.

 

 

 
Offerta

Per gli amanti degli animali da compagnia

una imperdibile occasione.

Fino al 30 settembre su tanti articoli sconti a partire dal 15 % fino al 30 %

ES. Cuscineria sconto del 15 % , su tutte le gabbie sconto del 20 % Su tutti gli animali presenti in negozio sconto del 15 %

 

APPROFITTATENE

 
Marche
 
Carrello
0 elementi
 
Login
Indirizzo E-Mail:

Password:


 

rosella comune

rosella comune
Clicca per ingrandire
Prezzo: da calcolare
Disponibilità: Su ordinazione
Codice: rosella
Marca: bonansone
Media voto: Non votato

Platicercidi, Platicercini  Piatycercidae, Piatycercinae

La rosella comune è la specie più indicata per chi intenda iniziare l’allevamento dei pappagalli australiani: si adatta facilmente sia alla gabbia sia alla voliera, interna o da giardino. 

Ovviamente la sistemazione più indicata è quella in un’ampia voliera in giardino, dove viene sopportato agevolmente anche il rigido inverno europeo. E anche possibile allevare esemplari spaiati di questa specie: in tal caso è da preferire un maschio, che si addomestica più facilmente. A questi uccelli è possibile insegnare qualche parola o una breve melodia, che verrà ripetuta in modo piuttosto flautato.

La rosella comune va alimentata come tutte le altre specie di pappagalli australiani: girasole, miglio, qualche seme di canapa e niger, mele, carote, sorbe e verdure varie. Durante l’allevamento dei piccoli è necessario for­nire anche un pastone proteico, contenente uovo sodo e pane inzuppato nel latte. 

Questa specie non è affatto esigente nella scelta del nido; quest’ultimo deve essere alto 40-50 cm, a sezione quadrata di 25 cm dilato e foro di accesso di 8 cm di diametro. Durante la parata nuziale il maschio apre le penne della coda e muove quest’ultima a mo’ di ventaglio. 

La covata completa comprende da 4 a 9 uova bianche, che la femmina depone a intervalli di due giorni. L’incubazione inizia dopo la deposizione del terzo uovo. 

I piccoli nascono dopo 20 o 21 giorni e abbandonano il nido all’età di quattro settimane. La femmina spesso inizia una seconda deposizione quando ancora i piccoli della prima covata non sono completamente indipendenti. 

Per evitare spiacevoli insuccessi, è necessario evitare di far riprodurre esemplari troppo giovani. Data la facilità con la quale questa specie nidifica in cattività, alla rosella comune vengono spesso affidate le uova e quindi i piccoli di specie di rosella più rare.

 

Scrivi recensione
Nome:


Recensione: Nota: non inserire codice HTML!

Voto: Pessimo            Ottimo

Inserisci il codice che vedi qui sotto:

Nessuna immagine disponibile.